30/01/15

RACHELE BASTRENGHI - MARIE

- Frequenze News & Reviews -



Rachele Bastrenghi mi è sempre piaciuta. La trovo di una delicatezza complicata. Una donna che non oso immaginare perchè non voglio aver a che fare coi sentimenti che mi provoca. Mi porta su terreni difficili. Quindi lasciamo perdere questa parte e parliamo di musica.

Vidi i Baustelle all'Io Club di Rimini, in un glorioso giorno prima della sua chiusura.

Sinceramente non riuscii a capire dove finisse Bianconi e cominciasse lei. Musicalmente parlando intendo.
Sul palco mi arrivò la fusione. E questo mi piacque parecchio. Perchè non è facile armonizzare caratteri che tendono alla preponderanza. Serve equilibrio.
E il gruppo toscano è uno spartito di orchestra sotto tutti i punti di vista. Mi parvero dei metronomi, super organizzati.

Dei Baustelle preferisco i brani in cui Bianconi si limita ai cori. Non amo molto il suo tono da menestrello grave. Al contrario la voce della Bastrenghi rimane molto più melodiosa e calda. Fosse per me farei cantare solo lei.

L'altro giorno, camminando per un Media World qualsiasi, mi sono trovato davanti la sua foto stampata sopra una pila di cd: non ero a conoscenza del suo progetto solista, è stata una piacevole sorpresa.

Trovo l'intero progetto denso di una grande raffinatezza: un pò perchè lei, raffinata, lo è per genetica, un pò perchè l'impostazione rispetta dei canoni pop per nulla scontati (a parte i brani propri, cover di Patti Pravo e Equipe '84 fuori dalle solite righe), che si specchiano in un gusto per le grandi signore del passato (Mina, Vanoni, Patti Pravo stessa, etc) portato su binari sonori più moderni (ottima da questo punto di vista la produzione di Ferrario/Rondanini/Carnevale).

Dolce decadenza: meno pesante rispetto ai Baustelle, più femminile, aggraziata, garbata. Splendida la versione strumentale di "Folle Tempesta", dove l'amore per la produzione di Morricone è palese e lautamente rappresentata.

27/01/15

BEAT SPACEK

- Frequenze News -




Battito notturno, emozionale e ricco di materia inquieta dalla sottigliezza tale che il risultato è allo stesso tempo dolorosamente triste e stranamente edificante. Il fantasma di quello che potevano essere i Tv On The Radio facendo altre scelte ti danza inequivocabilmente davanti.
Steve White non ha mai concesso un centimetro alla notorietà, se hai scoperto e apprezzato la sua musica il merito è solo tuo. E di quella insana curiosità che ti spinge tutti i giorni sempre piu lontano da scelte prese da altri.

Dopo due album con gli Spacek, uno solista, uno come Africa-Hitech con Mark Pritchard e collaborazioni con J Dilla, D-Bridge e Katalyst, ora Steve White ritorna con Modern Streets, un nuovo album a nome Beat Spacek.
Sempre in silenzio, mettendo davanti la musica e confidando nella vostra fame.

26/01/15

LA SOTTILE LEGGEREZZA DELL'ESSERE

- Frequenze News -


La sottile magia della musica pop si esprime quando non ti accorgi di lei. Quando rimane in sottofondo e un nulla piacevole avvolge la stanza o l'auto o il locale dove ti trovi.
E' la gravità zero di ciò che permea l'aria che permette a chi ci naviga di svolgere meglio le proprie imprese: lavorare, studiare, guidare, conversare, fare l'amore, etc.

Oggi la proposta a gravità zero arriva dall'Australia: un gruppo (The Preatures) che assomiglia ad un altro gruppo (le Haim) che assomiglia ad un altro gruppo (Fleetwood Mac) che ha la responsabilità di aver forgiato il pop di anni importanti come i '70 e gli '80.
Per la proprietà transitiva ciò che "sollevava" una generazione, oggi, in modo consapevole ed ispirato, ne solleva un'altra.
Cliccate play e continuate a fare ciò che stavate facendo...

(P.s.: i Preatures nel tardo 2014 hanno fatto uscire un album dal titolo "Blue Planet Eyes" che in Italia non è ancora uscito. Ma non crediamo sia esattamente un problema...). 



22/01/15

LA RICETTA PER UN BUON MINESTRONE

- Frequenze news -



Ancora non ho finito di piluccare l'album pubblicato come Les Sins che Chaz Bundick se ne esce con il suo personaggio piu famoso, Toro Y Moi
Empty Nesters infatti è il primo brano estratto da What For? il  nuovo disco che uscirà il prossimo 7 aprile per Carpark Records.
E il ragazzo gioca da subito a carte scoperte. Perchè se con Les Sins il tentativo di riproporre certe sonorità dance old school è stato piu che apprezzabile, qui si fa uno stage diving sul mainstream pasticciando con i generi.


GIOCARE COL FUOCO pt.81

- Frequenze cover -




Finalmente si sta avverando quello che per molti appassionati di film come 1997 Fuga da New York, Halloween, Grosso Guaio a Chinatown ecc. era solo una flebile speranza.
Ovvero, tanto lo saprete già tutti, il debutto discografico del maestro John Carpenter è questione di giorni. L'album di inediti è pronto ed aspetta solo il 3 febbrario per svelarsi al mondo.

Intanto, sulla scia dell'evento i Crimea X (Jukka Reverberi & DJ Rocca)  pubblicano un tributo al maestro con una personale lettura di quattro tracce registrate live.
Tu chiamale se vuoi coincidenze.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...